↑ Torna a FAO

Stampa Pagina

IFAD

FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO

4250444521_4056c4cbd2_oDra. Mai Alkaila, Ambasciatrice dello Stato della Palestina in Italia, è stata nominata Rappresentante Permanente dello Stato di Palestina presso le tre Organizzazioni delle Nazioni Unite con sede a Roma, FAO, IFAD e WFP, il 30 Marzo 2015.

Le tre organizzazioni delle Nazioni Unite, nei loro congressi e riunioni ufficiali, affrontano diverse tematiche di particolare interesse per la Palestina, quali: la sicurezza alimentare, la malnutrizione, lo spreco del cibo, la siccità e la mancanza di acqua, le crisi prolungate nella regione araba e nei Paesi limitrofi, le guerre civili all’indomani delle “primavere arabe”, le catastrofi naturali, l’agricoltura familiare, il cambiamento climatico, e il patrimonio archeologico.

Per quanto riguarda in particolare il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), questa organizzazione ha evidenziato l’importanza di proteggere l’ambiente e adottare pratiche intelligenti per il clima al fine di garantire una trasformazione rurale sostenibile e forte. L’IFAD ha inoltre sottolineato il suo impegno per uno sviluppo agricolo e rurale in grado di migliorare non solo la vita dei piccoli proprietari agricoli, ma anche quella della popolazione urbana.

Nella 38 ͣ Sessione del Consiglio dei Governatori tenutasi 16-17/02/2015, si è affermato che la trasformazione rurale è la chiave per uno sviluppo sostenibile. Particolare attenzione è stata data nel sostenere e potenziare il ruolo delle donne in agricoltura – promuovendo un concetto di diversità sociale che assicuri pari opportunità a entrambi i sessi – e quello dei piccoli agricoltori, incoraggiando il loro contributo al processo di sviluppo agricolo.

Durante la 39 ͣ Sessione del Consiglio, riunita il 17-18/02/2016, il Presidente dell’IFAD, Kanayo Nwanze, ha sottolineato il ruolo fondamentale che lo sviluppo rurale gioca nella stabilità delle società, così come nella riduzione delle migrazioni e dei conflitti, dicendo che “a partire dalla eliminazione della povertà e della fame, si può evitare quella disperazione che porta a situazioni di emergenza e a disastri dell’umanità”. Da parte sua, il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, presente all’incontro, ha dichiarato che “Il risparmio di vite umane dando aiuto alle persone in fuga da guerre o da miseria è un dovere di ogni società che si ritenga libera, democratica, e rispettosa dei diritti umani.”

CondividiciShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterPrint this pageShare on Facebook

Permalink link a questo articolo: http://www.ambasciatapalestina.com/fao/ifad/