Stampa Pagina

L’OLP

Organizzazione per la Liberazione della Palestina

plo_emblem

L’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) fu istituita nel 1964 e rappresenta da allora il movimento nazionale palestinese. Si tratta di un fronte nazionale ampio, un’organizzazione “ombrello” formata da numerose organizzazioni del movimento di resistenza, partiti politici, organizzazioni popolari, personalità indipendenti e rappresentanti della società civile. Il Summit Arabo del 1974 riconobbe l’OLP come “unico e legittimo rappresentante del popolo palestinese”. Da allora l’OLP ha rappresentato la Palestina presso le Nazioni Unite, il Movimento dei Paesi Non-Allineati (NAM), l’Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC), e molti altri fori.

In aggiunta ai suoi ampi obiettivi politici e nazionali, l’OLP si prende cura delle esigenze delle diverse comunità palestinesi sparse per il mondo attraverso istituzioni che si occupano della loro salute, istruzione e servizi sociali. In questo senso, l’OLP è più di un movimento di liberazione in lotta per raggiungere gli obiettivi nazionali del popolo palestinese, compresa l’indipendenza dello Stato di Palestina con Gerusalemme Est capitale.

 

Struttura dell’OLP

Il Consiglio Nazionale Palestinese

Il Consiglio Nazionale Palestinese (CNP), che è il principale organo decisionale dell’OLP, è considerato di tutti i palestinesi dentro e fuori i Territori Palestinesi Occupati, compresa Gerusalemme. Normalmente il CNP stabilisce le politiche dell’OLP, elegge il Comitato Esecutivo e apporta i cambiamenti necessari al suo interno, nello Statuto Nazionale della Palestina (per cui è necessaria una riunione speciale) e nella Legge Fondamentale dell’organizzazione. Il CNP elegge anche un portavoce, due vice e un segretario che insieme formano l’Ufficio del Consiglio. Il Consiglio ha poi le sue commissioni permanenti per i vari aspetti del suo lavoro, come la commissione legale e quella politica. La composizione del CNP riflette tutti i settori della comunità palestinese nel mondo e include numerose organizzazioni del movimento di resistenza, partiti politici e organizzazioni popolari presenti per quote, così come personalità indipendenti e figure della società civile, compresi intellettuali, capi religiosi e uomini d’affari.

Il Consiglio Centrale

Il Consiglio Centrale, stabilito dal CNP nel 1973, è il secondo organismo dirigente dell’OLP. Funziona come corpo intermedio tra il CNP e il Comitato Esecutivo.

Il Comitato Esecutivo

Il Comitato Esecutivo è l’organismo che guida l’OLP nelle sue attività quotidiane e rappresenta l’organizzazione a livello internazionale. Eletto dai membri del CNP, è a questo organo che deve riferire. La principale funzione del Comitato è quella di eseguire le politiche e le decisioni stabilite dal CNP e dal Consiglio Centrale. E’ anche responsabile dell’adozione di un budget e monitora il funzionamento dei dipartimenti dell’OLP, di cui sono responsabili i suoi membri. Le decisioni del Comitato vengono prese a maggioranza semplice.

Il Fondo Nazionale Palestinese

Il Fondo è gestito da un Consiglio d’amministrazione e da un Presidente eletto dal CNP che entra automaticamente nel Comitato Esecutivo. Gli altri membri del Consiglio sono nominati dal Comitato Esecutivo. Il fondo contribuisce a sostenere le famiglie di chi è stato ferito, ucciso o imprigionato dalle forze di occupazione israeliane.

Dipartimenti

L’OLP ha stabilito dei dipartimenti responsabili di diverse importanti sfere di lavoro, ciascuno capeggiato da un membro del Comitato Esecutivo. Questi dipartimenti includono, tra gli altri, il Dipartimento Politico, il Dipartimento dei Reduci, il Dipartimento di Cultura e Informazione, e il Dipartimento delle Organizzazioni Popolari.

CondividiciShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterPrint this pageShare on Facebook

Permalink link a questo articolo: http://www.ambasciatapalestina.com/lolp/